Alla base delle radici e dell’identità di un territorio c’è la memoria. Il sapere condiviso che identifica una comunità, la sua gente, i suoi luoghi e le proprie tradizioni, è fondamentale per preservare il futuro di ogni società. Una comunità senza memoria del proprio passato è una comunità senza futuro.

La Provincia di Lecco ha sostenuto questo progetto di arricchimento culturale dedicato al recupero di frammenti di memoria del territorio, ottenuti scavando nel passato alla ricerca di valori comuni, di storie, di legami e di esperienze di vita vissuta.

Un’iniziativa volta a riscoprire quella cultura del lavoro tipica della Lombardia e in particolare della nostra provincia; una cultura del “senso del dovere” che ha permesso ad un territorio un tempo poverissimo di divenire il motore economico del paese. “Un lago di memoria” racconta la sapienza della vita e il tesoro dell’esperienza custoditi dai lavoratori del novecento lecchese che hanno attraversato il secolo scorso, offrendo alla nuove generazioni un bagaglio di saggezza e di umanità che deve essere tramandato. Perché solamente una conoscenza articolata e approfondita di ciò che siamo stati può rafforzare il legame con la nostra terra e le nostre radici, offrendoci nel contempo spunti di riflessione per il futuro.

Un sentito ringraziamento all’Associazione Muse per l’impegno e la serietà profusi nella realizzazione di questa meritevole iniziativa.

L’Assessore alla Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni
Marco Benedetti