amatiIl racconto di Giorgio ha un centro a cui sempre si riferisce e sempre ritorna: Mandello del Lario. Mandello del Lario è il suo paese e lui ha fatto della politica e della attività sindacale un insieme legato sempre strettamente al suo paese.
“Dopo aver frequentato le scuole medie, sono diventato apprendista elettricista a Mandello, dove sono nato e risiedo tuttora. Mi sono specializzato conseguendo il diploma per corrispondenza con la Scuola Radio Elettra. Assunto alla SAF, ho poi lavorato per trent’anni alla Carcano (nota azienda di Mandello del Lario), dal 1° gennaio 1961 al 1°dicembre del 1990. Mi sono specializzato nei clichè di stampa piana come fotografo industriale, nel settore della lavorazione dell’alluminio”.

E’ alla Carcano che Giorgio incontra il sindacato e la prima esperienza di contrattazione.
“Mi sono iscritto al sindacato nel 1966 e nel 1970 sono diventato Responsabile sindacale aziendale. Ricordo la lotta e gli accordi per il nuovo inquadramento professionale, per garantire ai dipendenti, cui era impedito lo sviluppo professionale, il passaggio di categoria. Nel 1972-73, a causa della crisi energetica, aumenta vertiginosamente il costo della trasformazione dell’alluminio, ed i lavoratori della Carcano vengono messi in cassa integrazione a ventiquattro ore la settimana per undici mesi”.

Sono gli anni difficili delle prime crisi e Amati conosce la dimensione del sindacato nazionale partecipando alle riunioni del coordinamento delle fabbriche che lavorano l’alluminio.
“Mi recavo spesso a Venezia, dove si trova il Comitato di coordinamento nazionale dei lavoratori dell’alluminio. In quegli anni di intensa militanza questi momenti di confronto nazionale erano molto importanti ma si realizzavano anche a costo di un impegno molto pesante. Sia in termini economici, sia in termini di tempo. Spesso si trascurava la famiglia”.

Giorgio ha militato nel Partito Socialista Italiano, ed ora è attivista nello SDI. E’ stato consigliere comunale dal 1975 al 1983, ed ha ricoperto anche la carica di Assessore ai lavori pubblici.
Ha frequentato una serie di corsi di formazione e aggiornamento, finchè nel 1998 è diventato Segretario responsabile della lega del Sindacato dei pensionatidel Lario. Ha coordinato una lega che ha circa 1.200 iscritti su 10.000 abitanti.

Nel 2005 Piergiorgio diventa Assessore ai lavori pubblici. Ritorna alla politica attiva ancora una volta al servizio dei cittadini di Mandello del Lario.